Archive for aprile 2009

Noi non ci saremo

aprile 29, 2009

Chissà stellina cosa riuscirai a vedere con quegli occhioni blu. La fusione, l’uomo su Marte, la pace nel mondo. Oppure dei cuori straziati, la terza guerra mondiale, la pandemia universale, lo scioglimento dei ghiacci. Magari tutte queste cose insieme.

Long life and prosper my dear 🙂

E gli auguri te li faccio adesso che quando tra poco sarà il momento di sicuro me ne scorderò.

Avrai avrai avrai
il tuo tempo per andar lontano
camminerai dimenticando
ti fermerai sognando…

Avrai – Claudio Baglioni

Annunci

Mai contenti…

aprile 29, 2009
  • Antipode: che noia, non scrivi nulla sul tuo blog, che noia
  • Neofiliaco: ma scusa, non succede nulla. Non ho neanche più patimenti amorosi. …che poi: non avevi detto che è noioso?
  • Antipode: in effetti non so se è più noioso se ci scrivi o se non ci scrivi.

I’m the chairman of the bored,
I’m a lengthy monologue
I’m livin’ like a dog

I’m bored

I bore myself to sleep at night
I bore myself in broad daylight coz

I’m bored -Iggy Pop

Ora tutti insieme un bel gesto apotropaico

aprile 27, 2009

peste

“Peste” scritto su una carozza della metrò. In tempi di peste suina…

Massime e scampoli (Liberazione)

aprile 26, 2009

Secondo La Russa “I partigiani non vanno celebrati come liberatori”.

In effetti non hanno ancora finito il lavoro.

Spinoza, un blog serissimo

Massime

aprile 25, 2009
La vita è come una corsa in autobus per voghera,
breve e noiosa,
e non sai mai chi può sederti accanto

Benthamisti for Dummies

aprile 25, 2009

(per una spiegazione seria consiglio qualche libro altrettanto serio, io vado a braccio e a memoria, non prendete quanto segue troppo sul serio. Max leggi 😛 )

Partiamo dalla premessa, discutibile come ogni altra premessa sociale e politica, che scopo dello stato sia massimizzare il benessere  della popolazione che amministra. Visto che saranno un bel 5/600 anni che crediamo che i numeri possano descrivere in modo sufficientemente completo la realtà[1] modellizziamo numericamente questa premessa.

Per semplicità[2] immaginiamo che il benessere sia in qualche modo funzione del denaro posseduto. Quindi costruiamo un bel grafico che ha sulla ascissa, x, il denaro (misurato in euro) e sulle ordinate il benessere personale[3], y. Questa funzione è la funzione di utilità. La tesi secondo la quale è giusto che le tasse siano progressive a seconda del reddito, ovvero che non debbano aumentare solo in assoluto ma anche relativamente, può essere giustificata dicendo che le funzioni utilità sono del tipo

y = a + k sqrt(x+b)

Quindi tassare di più il ricco fa meno male allo stesso che tassare di più il povero.

La dimostrazione dell’affermazione è lasciata come facile esercizio al lettore.

[1] illusi scientisti del cazzo che siamo…

[2] o meglio perché oltre che illusi siamo anche dei fottuti ignoranti

[3] misurato in femto-fatti/peta-cazzate

28 settimane dopo

aprile 25, 2009

Adoro i film con gli zombie, “28 settimane dopo” è una versione di tale genere che coglie in modo perfetto questa mia preferenza. La civiltà di cui ammantiamo le nostre decisioni, sociali e personali, è solo una sottile patina, una patina che nasconde la nostra vera natura di figli di puttana egoisti e vendicativi.

In questo periodo di crisi economica, e con il continuo preannunciare di crisi prossime venture ancora peggiori, mi sembrano la corretta descrizione di ciò che potrebbe succedere. In altre parole mi sembrano la versione moderna delle favole, che preparano alla vita i giovani spiegandone, metaforicamente, i problemi. Nel caso succedesse il peggio per salvarsi la pelle il fratello attaccherà il fratello, gli stati dovranno  giocoforza attrezzarsi per misure estreme per contenere la follia diffusa. Parole come moralità, buon cuore, amore, sinistra e perché no destra  perderanno senso, e torneranno ad essere ciò che molto spesso già oggi sono:  solo parole vuote. Verranno superate dalla pura e semplice necessità, l’unica vera fautrice delle nostre decisioni.

Tremate, la fine è vicina. 🙂

Alla bestia fu data una bocca per proferire parole d’orgoglio e bestemmie,

con il potere di agire per quarantadue [1] mesi.

Essa aprì la bocca per proferire bestemmie contro Dio,

per bestemmiare il suo nome e la sua dimora,

contro tutti quelli che abitano in cielo. 7

Le fu permesso di far guerra contro i santi e di vincerli;

le fu dato potere sopra ogni stirpe, popolo, lingua e nazione.

8L’adorarono tutti gli abitanti della terra,

il cui nome non è scritto fin dalla fondazione del mondo

nel libro della vita dell’Agnello immolato.

Apocalisse– Giovanni

[1] porcaccia questa non me la ricordavo…

UPDATE: (fonte http://www.repubblica.it)

Le autorità di Messico e Stati Uniti sono in allerta nel tentativo di contenere l’epidemia di influenza suina che si teme abbia già fatto 61 morti in Messico […]  Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, “c’è il rischio di una pandemia” e la comparsa di questo virus è “una situazione seria”[…]

OMG

Qualcosa muore

aprile 25, 2009

L’altra sera ho sentito una politico sedicente di sinistra parlare in TV. Cito a memoria, ricordando quanto distratto e disinteressato io sia diventato negli ultimi anni.

  • Lo sappiamo che tassare i redditi più alti non è una cosa moderna e sappiamo quali danni possa fare alla società“.

In altre parole, se non ho capito male, ho sentito un politico di sinistra dire che è sbagliato tassare i ricchi. Alcune domande e considerazioni hanno affollato la mia mente

  • La sinistra è diventata qualcosa che non capisco oppure, in realtà, sono io che non ci ho mai capito un cazzo?
  • La tassazione progressiva, insieme allo stato sociale, non era una delle basi della socialdemocrazia?
  • Io, quando studiavo, avevo imparato che tassare i ricchi è socialmente più accettabile che tassare i poveri per la semplice ragione che mentre la funzione di utilità dello stato è fondamentalmente lineare quella dei cittadini è quadratica. (trad.: togliere mille euro ad un milionario fa molto meno male che toglierli ad uno che guadagna mille euro al mese)
  • Io perché devo votare questa gentaglia? Perché Berlusconi è peggio non è proprio più una motivazione che mi soddisfa.

Ogni persona è misura di sé stessa

aprile 23, 2009
  • Antipode: vorrei una maglietta nera
  • DR: allora bisogna dirglielo, compresa la taglia
  • DR:
  • DR: (XXXL, giusto?)
  • Antipode: fanculo…. L
  • DR: ok, scriverò L con font 45 (bold)
  • Antipode: grrr
  • DR: eheheheh

Progettare il futuro prossimo (in attesa del trapassato remoto)

aprile 23, 2009

Piove nel nord ovest, nella piccola città (bastardo posto) e nel mio solito horror vacui progetto i prossimi giorni. Nel WE dovrei andare dal cozzaro e al cinema, ma se piove mi sa che mi rintanerò nella mia cuccia da bravo plantigrado.  Roma è confermata, devo andare a prendere il biglietto e comprare una nuova copia della guida alla città per completezza di informazione.

Lady M. pare decisa a portarmi fuori porta, perché impedirglielo? 🙂